Tema salute - Test sierologico Coronavirus

Cosa determina l’esame sierologico
I primi anticorpi contro il covid-19 si formano nel sangue entro una settimana dal contatto con il virus. L’esame misura la concentrazione degli anticorpi attraverso la quale si può stabilire se una persona è già entrata in contatto col virus e se ha sviluppato gli anticorpi. Per le imprese quindi, sarà più facile capire chi tra i loro collaboratori e collaboratici è già entrato in contatto col virus.

Cosa non garantisce il test sierologico
Questo test non può escludere completamente la contagiosità della persona, quindi in ogni caso è necessario che le persone esaminate e risultate portatrici di anticorpi, continuino a seguire le ordinanze e le norme di comportamento previste in Alto Adige.

Requisiti fondamentali
Solo le persone che, nelle due settimane precedenti all’analisi, non hanno mostrato alcun sintomo possono sottoporsi al test sierologico. Non devono quindi presentare tosse, febbre, forte senso di stanchezza, alterazione di gusto e olfatto né diarrea.

Cosa può assicurare il test sierologico
Nel caso in cui il test risulti positivo si può assicurare con relativa certezza che la persona è entrata in contatto con il virus di recente o negli scorsi mesi, nel secondo caso la probabilità di acquisizione dell’immunità risulta molto alta. Vista la mancanza di esperienza a livello mondiale nel trattamento del virus, non si può stabilire con certezza assoluta quanto possa durare questa immunità.

Le informazioni necessarie
Per facilitare l’organizzazione preghiamo di fissare un appuntamento chiamando il  numero 0472/201714
 

Tempistiche per i risultati
Il referto è pronto in 15 minuti.

Costi
Un test sierologico costa 25 €.
Fino al 31.12.2020 il personale delle scuole può eseguire il test gratuitamente. Basta portare la lettera della scuola o dell'asilo.